Il tagliaerba è uno strumento indispensabile, se si ha la fortuna di avere una cosa con giardino e si dispone di un prato che va regolarmente rasato. In commercio esistono diverse tipologie di tagliaerba che si adattano alle molteplici esigenze che può avere un cliente.

Il tagliaerba a batteria è uno dei modelli più apprezzati perché permette di tenere il prato sempre curato senza usare combustibili fossili, come nel caso del modello a scoppio, ed è particolarmente indicato per i giardini di dimensioni superiori ai 50 metri quadri che difficilmente possono essere rasati con un modello elettrico senza batteria, ovvero mediante l’uso di una prolunga.

Quanto costa un tagliaerba a batteria?

Il tagliaerba a batteria è un attrezzo da giardino dotato di lame affilate che rasano il prato donandogli un aspetto curato. Come per tutti i rasa erba, anche quello a batteria permette di regolare l’altezza a cui si preferisce tagliare il prato.

Sul mercato sono presenti diverse tipologie e modelli di tagliaerba a batteria e ognuno rientra in una fascia di prezzo più o meno alta. Ma da cosa dipende la differenza di prezzo che caratterizza questo strumento da giardino? Una delle caratteristiche che contribuiscono ad incrementare il costo di un tagliaerba è legato senza dubbio ai materiali utilizzati per la fabbricazione dell’attrezzo.

Alcuni tagliaerba a batteria infatti sono realizzati con l’utilizzo di materiali plastici, che offrono poca resistenza allo strumento, e le lame sono prodotte usando metalli di scarsa qualità che con il tempo contribuiscono a ridurre il livello di efficienza del macchinario.

In ogni caso anche il tagliaerba più costoso e di qualità superiore rispetto ai competitor necessita di un’appropriata manutenzione che comprende anche l’azione di molatura delle lame che, con l’usura, perdono inevitabilmente la loro capacità di tagliare in modo ottimale ogni singolo filo d’erba.

In ogni caso, la forchetta di prezzo che comprende i diversi tagliaerba presenti sul mercato oscilla intorno alle 100 euro e la differenza di costo è strettamente collegata a due fattori:

  • qualità dei materiali usati per fabbricare il tagliaerba;
  • assistenza post-vendita, ovvero la durata della garanzia.

Tagliaerba a batteria: quali caratteristiche deve avere

Il tagliaerba a batteria è senza dubbio uno strumento indicato per giardini di dimensioni ridotte, tuttavia la scelta tra un rasa erba alimentato con la presa della corrente e uno che dispone di una batteria risiede tutta nella possibilità di collegare una prolunga che, con la sua lunghezza, consenta di coprire l’intera area da tagliare.

Quando si sceglie il tagliaerba alimentato a batteria da acquistare è necessario osservare con attenzione determinate caratteristiche dello strumento, come: telaio, potenza del motore, durata della batteria, qualità delle lame e ruote.

Il telaio

È uno degli aspetti che vanno valutati quando si decide di comprare un tagliaerba a batteria, perché dalla sua qualità dipende la durata del macchinario. La scocca esterna, infatti, rappresenta l’involucro che protegge il motore e le parti elettriche che caratterizzano il macchinario, per questo motivo è necessario che sia sufficientemente robusto da garantire una lunga vita all’attrezzo. In tal senso, avrà senz’altro una resistenza maggiore un telaio fabbricato in lamiera rispetto ad uno in plastica.

Il motore

Il motore di un tagliaerba elettrico offre prestazioni senza dubbio inferiori rispetto a quello di un macchinario a scoppio, tuttavia anche in questo caso è necessario valutare la qualità dei materiali utilizzati per realizzalo. Pertanto è necessario tenere conto della qualità del cavo del freno, i materiali con i quali è fabbricato l’albero e l’ampiezza del filtro dell’aria.

È chiaro che per un giardino di piccole dimensioni, pianeggiante e in cui è presente erba sottile andrà bene anche un tagliaerba a batteria con una potenza del motore di 1200 Watt; se invece il tipo di prato da tagliare è più folto e robusto della norma allora sarà necessario optare per un motore di potenza superiore, da 1800 Watt.

Le lame

Anche le lame, che permettono al tagliaerba di svolgere la sua funzione, possono essere diverse da macchinario a macchinario. In commercio esistono tagliaerba a batteria dotati di una, due o tre lame. Acquistare un attrezzo da giardino per il taglio del prato che sia munito di una lama all’altezza della situazione permette di eseguire il lavoro in meno tempo e con meno fatica, ma soprattutto permette al macchinario di durare nel tempo.

È chiaro che: maggiore è il numero di lame, migliori saranno le prestazioni. Un altro aspetto da valutare per quanto concerne le lame riguarda la loro forma che può essere inclinata o curva. Le ruote che permettono al tagliaerba di muoversi sul prato sono senz’altro una caratteristica da non sottovalutare perché migliore sarà la loro qualità e minore sarà lo sforzo da parte di chi manovra l’attrezzo. Per approfondire vi consigliamo il nostro articolo con la recensione dei migliori tosaerba a batteria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here